BREXIT, cosa cambia per l’autotrasporto di merci nel Regno Unito

Dal 1° gennaio 2021 il Regno Unito non è più parte del mercato unico ed ha lasciato l’unione doganale dell’Unione europea.

L’accodo di libero scambio relativo alla Brexit regolerà temporaneamente – fino al 28 febbraio 2021 – gli scambi di merci ed i trasporti stradali.

Di seguito segnaliamo le principali regole inerenti all’autotrasporto:
Obbligo di autorizzazioni o licenze per il trasporto internazionale: il trasporto di merci fra Unione europea e Regno Unito e viceversa sarà consentito alle imprese titolari di autorizzazione CEMT, i trasporti da e per il Regno Unito saranno temporaneamente consentiti anche con la sola licenza comunitaria, portando a bordo del veicolo l’originale della copia certificata conforme;
Ingresso nel Regno Unito: saranno consentite due operazioni di cabotaggio entro 7 giorni dallo scarico in Regno Unito;
Documentazione del veicolo: gli operatori dell’Unione europea che operano verso o attraverso il Regno Unito dovranno disporre della carta di circolazione per il loro veicolo e rimorchio.
Documenti assicurativi: Nel Regno Unito verrà riconosciuta una Green Card (carta verde) o altra prova di assicurazione RC auto.
Documentazione del conducente: i conducenti dovranno possedere patente di guida in corso di validità, carta di qualificazione del conducente e, se cittadini non comunitari, l’attestato del conducente.

Gli uffici del Gruppo Voltiana sono a disposizione per fornire tutta l’assistenza necessaria ai clienti in:
– richieste autorizzazioni CEMT per regno unito;
– richieste licenze comunitarie e copie certificate conformi;
– richieste attestati del conducente, necessari per conducenti extracomunitari.

Create your account